I Personaggi

Quasi un anno di lavoro del Lab di Metamorfosi con scenografi e artisti di esperienza internazionale, comunicatori, animatori, educatori e giovani per creare i nuovi personaggi cui affidare la missione di “piacere” al pubblico contemporaneo di ogni età, rendersi credibili, svolgere la funzione di ambasciatori di un Pinocchio rigenerato e di metafore proprie dei Civic Games, di cittadinanza europea, di diritti dei bambini.

Il loro ruolo sarà di protagonisti di un nuovo imprinting, capace di proseguire la leggenda mondiale di Carlo Lorenzini e di Pinocchio che, in 240 edizioni mondiali è assurto ai fasti del libro non religioso più letto e più tradotto al mondo.

Ecco allora che il Grillo diventa semi-robot con pannelli fotovoltaici al posto delle ali e un tablet che sostituisce i vecchi fogli di appunti, Geppetto – parrucchino e un metro tatuato sul braccio, Fata Turchina – ali tatuate sul dorso, Mangiafuoco – mille volti, tra bontà e ira che traspare dal fuoco della scenografia, dal tatuaggio Bad Boy compensato da I love Mama, perfida Volpe – un bastone d’avorio con l‘impugnatura a teschio, Gatto sornione – uno chassis a damigiana piena di vino e comportamenti negativi conseguenti, da utilizzare come sponda del cattivo da non prendere sul serio.

E Pinocchio? In partenza è già in forma di bambino, anche se scolpito nel legno. La sua metamorfosi avverrà nei comportamenti del quotidiano, dove, bambino tra i bambini cercherà di svolgere al meglio la sua funzione di stimolo e di esempio per diventare protagonista del mondo d’oggi, dove la realtà supera di gran lunga la fantasia, dove servono buoni esempi per riscoprire valori e sentimenti.

Scarica qui i Personaggi (alta risoluzione) (bassa risoluzione)